Promozione e diffusione della Cultura, della Musica e dell'Arte

 

 
 
La nostra attività si articola attraverso l'organizzazione di
Spettacoli, Concerti, Rassegne,Saggi, Seminari, Convegni,
 Canto, Danza, Teatro, Musica
 
IL NOSTRO STATUTO IN SINTESI :
promuovere,  attraverso la costituzione interna di gruppi che svolgono attività che consentono ai propri associati di apprendere, sviluppare, accrescere e diffondere le proprie conoscenze e capacità e di tutte quelle attività che serviranno alla diffusione capillare ed alla crescita della cultura in genere.
 
 
 
PER INFO 
 
 email  info@fappiu.it
 
 
 
 
 
LE  NOSTRE ATTIVITA'   :
 
 
 
 
 il  Circolo Artistico Fa+
 in collaborazione con l'Unione  Montana del Pinerolese
 
in relazione al progetto di tutela e promozione delle lingue minoritarie storiche Francese e Occitano
continua ed amplia il progetto:
 "MonVideoClip" 
 
 
ancora novità quest'anno per il
 
riuscito e coinvolgente concorso di videoclip del Circolo Artistico Fa + 
 
 il  Circolo Artistico FA+ in collaborazione con l’Unione Montana del Pinerolese e l'Unione Montana Valli Chisone e Germanasca in relazione al progetto 
 
di tutele e promozione delle lingue minoritarie storiche minoritarie Francese e Occi
 
 Ultimato il "Reportage d'un Jumelage" , un video con le interviste che ricorda il patto di gemellaggio tra Torre Pellice e Guillestre
del lontano 1954, con l'intento di rinnovare l'amicizia tra le due cittadine.
 Torre Pellice e Guillestre sono gemellate fin dal 1954, quando il processo di avvicinamento tra comuni europei che erano stati sul fronte nemico durante l’ultimo conflitto mondiale era praticamente agli inizi. Pochi giorni dopo Reims e Firenze, due anni prima di Roma e Parigi; Trieste non era ancora tornata all’Italia.. Quanti ideali, quanta passione, quanta lungimiranza nel desiderio di affratellarsi ma anche quanti incontri e quante amicizie, nate nel corso di questa storia pluridecennale! L’intento del Circolo artistico Fa+ con il progetto “MOMENTS DE JUMELAGE” è proprio quello di raccontare i sessantacinque anni del gemellaggio tra le due cittadine attraverso la realizzazione di un video "Reportage d'un Jumelage" in cui si intrecciano i racconti dei protagonisti dei primi incontri e di chi negli anni ha mantenuto vivi i contatti alle proposte e alle speranze per un futuro rilancio anche tra le nuove generazioni. Il filmato raccoglie interviste , documentazione fotografica, giornalistica, audio e video, e sarà presentato nell’autunno 2019 in occasione del 65° anniversario della firma del patto di amicizia. Per realizzarlo la “troupe” di Fa+ ha seguito il Gruppo Amici di Santa Margherita alla tradizionale Fiera di San Luca a Guillestre, dove il gruppo torrese partecipa, momento clou della festa, preparando la polenta per centinaia di persone, e ha potuto in questo modo conoscere e intervistare personaggi “storici”che hanno vissuto il gemellaggio da parte francese. Tutti, però, proiettati verso il futuro, con la speranza di poter passare il testimone ai più giovani, per continuare l’esperienza di una lunga e salda amicizia , essenziale nella costruzione dell’Europa dei popoli dei padri fondatori. Nell’intento di allargare lo sguardo ai giovani e al futuro, I 45 minuti del video attraversano la storia dell'amicizia tra Torre Pellice e Guillestre, interrogandosi su quale futuro si debba puntare per far sì che i giovani possano proseguire a tener viva la voglia di incontrarsi tra i due versanti delle alpi. FA+ Circolo Artistico - www.fappiu.it
                                                                                                                                                                                   
 
 
"Femmina Fluens " 2019 
Teatro del Forte di Torre Pellice 
 
"Femmina Fluens" , è il cartellone artistico messo in piedi dal Circolo Artistico FA+ congiuntamente all'assessorato alla cultura del Comune di Torre Pellice . La rassegna è già al quinto anno di vita e vuole essere il tentativo di introdurre un modo nuovo di rappresentazione teatrale in valle, trattando diversi temi attuali, quali migrazioni, le lotte di resistenza di ieri e di oggi, la guerra e la Pace ,il tutto visto dalla donna nel suo FLUIRE, nel suo modificarsi, nei suoi cambiamenti. Musica, Teatro e Cinema
 
PROSSIMO APPUNTAMENTO
 
 
 
 
 Sabato 26 ottobre ore 20.45
PENELOPE-A
piece teatrale , regia di Katia Malan
Ulisse manca da Itaca da ben dieci anni....e questo lo sappiamo tutti..............
 
INGRESSO AD OFFERTA LIBERA, PER INFO E PRENOTAZIONI 338 7374223
 
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------
 
 
 
A breve tornerà  PALCO GIOCHI al Teatro del Forte di Torre Pellice, ottava edizione dei pomeriggi artistici di spettacolo e gioco per bimbi e famiglie, ormai un appuntamento tradizionale nei pomeriggi domenicali invernali, momenti di spettacolo gestiti dal Circolo Artistico FA+ . Anche quest'anno il cartellone sarà ricco di artisti e di momenti condivisi di gioco con i nostri piccoli, giocolieri maghi e musicisti tutti per noi sul palco del Teatro del Forte a Torre Pellice.
 
 
 

Promozione e diffusione della Cultura, della Musica e dell'Arte - Fa+  Circolo Artistico
MOMENTS DE JUMELAGE Torre Pellice e Guillestre

ATTIVITA' grande partecipazione al PALCO GIOCHI 2018 ATTIVITA'

ATTIVITA' grande partecipazione al PALCO GIOCHI  2018      ATTIVITA' - Fa+  Circolo Artistico
  
 

IL GRUPPO DEI TROMBETTIERI ALLA FESTA DEL 6 GENNAIO A TORRE PELLICE

IL GRUPPO DEI TROMBETTIERI ALLA FESTA DEL 6 GENNAIO A TORRE PELLICE - Fa+  Circolo Artistico

un gruppo per tutti......
per giovani, bimbi, anziani
 
Forse sarebbe più giusto dire i Trombettieri delle Valli Valdesi, come spontaneamente furono chiamati nei primi anni di attività, anche per differenziarsi dai "Blaser" tedeschi a cui tutt'ora sono legati da un gemellaggio che, nato nel lontano 1957, si è rinsaldato grazie ai continui scambi musicali tra Trombettieri e Blaser in Italia e Germania e negli ultimi anni si aggiunta alla nostra "famiglia" anche la Fanfara francese delle Chiese Evangeliche . Il numero dei musicisti varia molto tra l'estate e l'inverno , i concerti offerti sono sempre affollati, negli ultimi anni l'attività del gruppo si è intensificata non solo in ambito puramente concertistico ma anche come servizio sociale presso le istituzioni e chiese offrendo il proprio aiuto per la raccolta di fondi a favore dei poveri. Il repertorio dei Trombettieri prende spunto da diverse fonti, musica cristiana, classica, moderna e composizioni originali. Il direttore , Dario Paone, multistrumentista , arrangiatore e compositore, collabora con diversi gruppi in Italia ed all'estero in diversi ambiti musicali. 
 
------------------ 
 
 Le Rencontre
 
Sosteniamo il tradizionale incontro al colle della croce, nell'incantevole cornice delle alpi tra la Francia e l'Italia. Questo evento vuole unire, fin dagli anni '30 del secolo scorso, le comunità italiane e francesi in un punto transfrontaliero ben preciso, lì dove esiste un confine politico sparisce il confine tra i popoli e anzi, diventa il luogo dell'INCONTRO.  Negli ultimi anni si è formata una orchestra di ottoni italo-francese grazie alla gaia partecipazione dei nostri Trombettieri , abituali frequentatori di questo evento, ​e la fanfara delle chiese evangeliche francese delle Cevennes Les Ambrassadeurs, i quali affrontano un viaggio di ben 600 chilometri per partecipare insieme ai loro gemelli italiani ad un"rencontre" nello spirito di unità tra i popoli e di amicizia europea. L'orchestra di ottoni, diretta da Dario Paone, accompagna il canto durante il culto e propone  un piccolo concerto.
 
 
I Trombettieri della Val Pellice insieme ai loro gemellati Trombettieri del Baden (D)  formano spesso un insieme di circa 100 musicisti danno vita ad una serie di concerti e partecipazioni varie quali il XV Agosto Valdese e Sinodo Valdese,  mini concerti in vari momenti tra piazze pubbliche e case di riposo
 

Il Coretto valdese in viaggio, con la musica nel cuore

Il Coretto valdese in viaggio, con la musica nel cuore - Fa+  Circolo Artistico
 
Il Coretto di Torre Pellice , lo spirito di allegria, i gruppi coinvolti in tanti anni, i diversi modi di cantare e suonare , diversi livelli artistici ma la medesima voglia di stare insieme. 
 
 

Dalle Valli al Rio de la Plata

 

Il Coretto valdese in viaggio, con la musica nel cuore

 

 

 

Cinque concerti in quindici giorni, la visita delle capitali Buenos Aires e Montevideo, il soggiorno nelle strutture “valdensi”, un giorno e mezzo di viaggio per tornare alle Valli: il viaggio del Coretto in Sud America, all'interno dello scambio con il Coro Crandon di Montevideo, potrebbe essere riassunto con una cronaca degli eventi vissuti, ma è stato molto di più. E' stato vivere emozioni uniche, sprofondati in un'altra cultura, con un gruppo di persone speciali che possono rendere bellissimi anche due giorni in un ostello improvvisamente senz'acqua.

 

 

 

Uno dei momenti più toccanti dell'intero viaggio è stato l'incontro con le “Madri di Plaza de Mayo” a Buenos Aires, con le quali abbiamo partecipato ad una manifestazione per ricordare gli hijos (figli): tutti i giovedì, dal 30 aprile del 1977, alcune madri di desaparecidos formano un corteo per ricordare i 30 mila giovani catturati, torturati e scomparsi tra il 1976 e il 1983, durante il regime dittatoriale. Abbiamo cantato per loro, ascoltato la loro testimonianza e ricordato assieme il motto: “no olvidamos-no perdonamos-no nos reconciliamos” col quale esprimono il loro desiderio di verità e giustizia contro le impunità, nella speranza che questo ed altri silenziosi massacri non accadano più.

 

Grandi emozioni anche per il primo concerto extra-europeo del Coretto. Ospiti del tempio luterano nel quartiere di Belgrano, abbiamo presentato l'intero repertorio preparato per questo viaggio, tra cui le apprezzatissime “Nel Blu Dipinto di Blu”,  “Un Bacio a Mezzanotte” e “Va', Pensiero”.

 

 

 

La seconda parte del viaggio si è svolta in Uruguay, dove abbiamo potuto riabbracciare dopo due anni gli amici del “Coro de ex alumnos y amigos del Instituto Crandon” , scuola appartenente alla Chiesa metodista e fondata nel 1879.

 

     Con il coro abbiamo passato giorni indimenticabili scanditi dalla musica e dalle danze, e tra il sapore del dulce de leche e la condivisione di un mate, ci sono stati soprattutto i ritmi -reciprocamente regalati- del Candombe afro-uruguayo e della Courento occitana. Grazie a loro abbiamo potuto vedere buona parte dell'Uruguay: dalle cabañas (capanne) della riserva naturale di Santa Teresa, con la sua spiaggia oceanica e la sua natura selvaggia, ai palazzi di vetro di Montevideo; dalla pampa attraversata nella regione della Rocha, alle cittadine di Lascano e Colonia Valdense, dove abbiamo vissuto frammenti di vita comunitaria. Nella prima, il culto nel templo di Alferez, costruito nel 1953 dai coloni valdesi spintisi all’est del Paese, e l'asado tradizionale; nella seconda, la giornata della Fraternidad Valdense con pranzo comunitario a base di polenta (l'equivalente del XV di Agosto nelle Valli). La fraternità si è assaporata nell'incontro con parenti emigrati dalle Valli e nella ricerca dei cognomi delle proprie famiglie, ma anche nel canto e nelle chiacchierate in piemontese e patois.

 

Ciò che porteremo di più nel cuore sono i momenti trascorsi durante le gite e dopo i concerti, che da due cori ci hanno trasformato in una famiglia che seppur separata da un oceano, è unita da un'esperienza unica, ricca di istanti indelebili. Tra questi, non possiamo non ricordare la cena italiana (a base di gnocchi di patate e panna cotta come dolce) con la quale abbiamo cercato di ringraziare per la grande ospitalità ricevuta; la partita di pallone e le serate trascorse a ballare a ritmo della Cumbia; i saluti al porto di Colonia del Sacramento, con un ultimo Siyahamba intonato insieme; la speranza ed il sorriso di un “arrivederci, hasta pronto!”, perché i nostri sogni vanno custoditi e difesi, sempre.

 

E sempre la musica ad accompagnarci, perché “traspasa fronteras” e unisce persone lontane, arrivando dritta al cuore.

 

 

 

Gabriele Berger, Elisa Incarbona, Giulia Sappé, Simona Bellion

 

 

 

 


"Teatro del Forte"

Giornata della memoria 2018

"Gli Artisti nei LAGER"

per non dimenticare.....

grazie al LaAV, al Coretto Valdese,

al Coro del Liceo Valdese ,

grazie al numeroso e attento pubblico.

           scriveteci per le

          vostre proposte

          da presentare al

          Teatro del Forte.

"Teatro del Forte" - Fa+  Circolo Artistico

OPM

OPM - Fa+  Circolo Artistico

Grazie all'8x1000 il nostro gruppo dei Trombettieri, da 60 anni attivo nell' aggregazione e servizio socio-musicale ha potuto rinnovare parte degli strumenti musicali, inoltre abbiamo potuto acquistare un mini-bus per gli spostamenti dei gruppi e le attività dei soci . Importante novità di quest'anno è la nascita di OrchestrAperta, un gruppo di musicisti volontari che hanno formato un ensemble molto originale e coinvolgente, la direzione è affidata al pluristrumentista e compositore Dario Paone.

OPM - Fa+  Circolo Artistico

dove siamo

dove siamo - Fa+  Circolo Artistico